6 2015 Dic

52.986 è il numero di contenuti che hanno collezionato 25 principali musei italiani in 24 mesi, grazie ad altrettanti visitatori singoli che hanno lasciato un feedback online a seguito di un’esperienza di visita.
Nell’ultimo anno, si registra un aumento di contenuti del 13% rispetto all’anno precedente con prevalente provenienza da TripAdvisor (92%).

L’analisi semantica effettuata in più lingue, ci permette di tradurre in informazioni utili migliaia di dati disaggregati e avere una misura della percezione che i visitatori hanno delle risorse museali in ogni fase che compone l’esperienza di visita.

Sappiamo, dunque, che la soddisfazione generale dei visitatori per i 25 musei analizzati si attesta al 79,57% di positività nell’ultimo anno, in leggera crescita rispetto all’anno precedente (+0,71%). Dentro questo dato, ovviamente, sono racchiusi vari aspetti dell’esperienza di visita che possiamo ordinare per livelli di sentiment descrescenti, cioè dagli aspetti percepiti più positivamente a quelli percepiti più negativamente.

La percezione della posizione (raggiungibilità dei luoghi); degli spazi (che comprende sale, mostre, percorsi, allestimenti, illuminazione, segnaletica, pulizia, luoghi interni, luoghi esterni, ecc.) e le impressioni generali, raccolgono un sentiment che supera l’80% di positività.

La qualità della ristorazione interna ai musei (bar, ristoranti, caffetterie, ecc.); l’accoglienza (personale, guide, assistenza, gestione della biglietteria, delle code, della folla, delle attese, ecc.); le attività e gli eventi come laboratori, attività didattiche, corsi, presentazioni, ecc., raggiungono un sentiment positivo compreso tra il 70 e il 77%.

La percezione positiva dell’accessibilità delle strutture museali si attesta al 65%, mentre l’universo dei servizi legati alle guide, ai servizi tecnologici, di climatizzazione, igienici, bookshop, disponibilità e funzionamento del WiFi, ecc. raggiunge nel complesso un sentiment pari al 59,08% di positività.

La percezione dei costi legata in maggior misura ai prezzi dei biglietti d’ingresso e in minor misura all’acquisto di servizi e prodotti internamente ai musei, raggiunge un livello di positività nella percezione del 51,32%, probabilmente segno di una non corrispondenza tra prezzo e valore percepito dell’offerta museale.

La soddisfazione generale dei visitatori per i 25 musei analizzati da Travel Appeal è compresa tra il 73 e il 94% di positività, la maggioranza di questi presentano una soddisfazione dei visitatori compresa tra l’80 e l’88% di positività.

Forti turbolenze si notano nella gestione dei canali digitali direttamente collegati ai musei: solo lo 0,02% di recensioni su Tripadvisor presentano una risposta nell’ultimo anno da parte di un responsabile e la gestione dei canali social, quando presenti, scarseggia a causa di una mancanza di strategie dedicate nella maggior parte dei casi che comportano discontinuità del lavoro.

Musei monitorati:

Museo Nazionale del Bargello, Galleria Nazionale dell’Umbria, Reggia di Caserta, Galleria Estense, Museo di Capodimonte, Museo Nazionale del Cinema di Torino, MART – Museo di Arte Moderna e Contemporanea, Museo Nazionale Archeologico di Taranto, Palazzo Reale di Genova, MUSE – Museo delle Scienze, Palazzo Ducale di Mantova, Palazzo Reale di Torino. Galleria Borghese, Parco Archeologico di Paestum, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Pinacoteca di Brera, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Corsini, Gallerie dell’Accademia di Venezia, Museo Archeologico di Napoli, Galleria degli Uffizi, Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Barberini, Galleria Nazionale delle Marche, Musei Vaticani

Fonte: https://www.travelappeal.com/infografica-25-musei-italiani/